Eventi Culturali
Francesco Corsi - La DONNA nel Rinascimento tra Galanteria, Lussuria e Religione
il giorno 2010-12-10 ,alle ore 18:00 a FIRENZE

Presso il nuovo Show Room di Firenze della Franco Cosimo Panini Editore si è tenuta una Mostra di Fac Simili di Manoscritti Rinascimentali della Collezione La BIBLIOTECA IMPOSSIBILE con annessa conferenza - tavola rotonda



Di fronte ad un pubblico variegato, tra letterati ed esponenti del mondo culturale fiorentino, Francesco Corsi, Presidente della Nostra Associazione, ha tenuto una simpatica relazione sul tema:

 "La DONNA nel Rinascimento tra  Galanteria, Lussuria e Religione."



Un excursus sul tema filosofico della bellezza che prende forma nel sacro e nel profano, dove spesso il confine è indefinito e dove sboccia la forma artistica.



La bellezza vive nell'opera d'arte e chiama l'uomo quasi con un linguaggio che eviene, come se non fosse cercato, ma prorompesse in un incontenibile afflato che trova il suo raccogliemnto nella radura dell'uomo.



Nella Venere di Urbino del Tiziano si coglie una luce che rende omaggio ad un corpo lascivo, dall'atteggimaneto esplicito, che conserva tuttavia il raccogliemento in una forma che è bellezza. Il cane dormiente simboleggia una fedeltà che preferisce stare sopita. 

E la bellezza non è disgiunta dall'Eros.  

Se ci spostiamo su espressioni artistiche che rappresentano il sacro, nella sua religiosità, non possiamo non essere colti comunque dalla passione, dal coinvolgimento dei sensi.

La Chiesa cattolica ha valorizzato l'espressione artistica attraverso vetrate, marmi, ori e decorazioni nel propositio autenticamente pastorale di avvicinare l'uomo, creatura carnale, attraverso un linguaggio carnale che seduce e seducendo, conduce mediante la bellezza e la forma verso le alte sfere dello spirito.



In questo modo, nella Natività del bellissimo Lezionario Farnese edito da PANINI, vediamo quasi con ironia un personaggio della scena che si sporge fuori dalla scena e invita lo spettatore a partecipare di quel tripudio di bellezza che è il Lieto Annunzio.  

 

Nei racconti rinascimentali che riguardano le bellezze delle cortigiane, assistiamo a un'epoca nella quale il sacro convive senza troppi pudori con il profano, perchè sussiste la consapevolezza della carnalità dell'uomo. 

Chiara è la logica del peccato e altrettanto chiaro è che vi sono vie di redenzione. Ma la bellezza della donna a volte impone la disobbedienza come è il caso di quei Cardinali rimproverati da Pio XI per essersi lasciati andare a danze licenziose, oppure di quei bravacci che disobbediscono al padrone che aveva loro ordinato di malmenare una prostituta e, vinti dalle sue grazie, disobbediscono finendo per esser dal padrone malmenati.



L'invito è stato esteso a tutti quanti vogliono condividere il banchetto saporito del pensiero ( come i Sapienti del Banchetto o DEIPNOSOPHISTI , opera edita da Salerno ) per ritrovarsi e creare un percorso di condivisione, impegno ed amicizia nella ricerca della Forma del Bello attraverso il Linguaggio.



La serata si è conclusa con un brindisi e con la presentazione della Collana di testi che ha preso vita dal bacino di amici del Cenacolo dei Filosofi edita da Cantagalli di Siena.



Vol 1 Raffaele Iannuzzi - Il suicidio della modernità

Vol 2 Souad Sbai - L'inganno. Vittime del multiculturalismo

Vol 3 Carlo Rossi - La Luce del Mistero 

Vol 4 in preparazione Susanna Pagano - Simmetrie e Circolarità

Vol 5 in preparazione Francesco Corsi - Il filosofo e il mosaico dell'Economia 

 

Le foto si trovano su Facebook al seguente link http://www.facebook.com/album.php?aid=15550&id=100001906739093








 

 
 
Associazione Verso il Cenobio
 
 
 
 
 
 
Eraklito 2000
 
 
CENACOLO FACEBOOK
 
Edizioni Cantagalli